Conformità a direttive e regolamenti UE

Nintendo of Europe ("Nintendo") e i suoi prodotti sono conformi a tutte le direttive e a tutti i regolamenti dell'Unione Europea in vigore. Molti di questi sono finalizzati alla tutela dell'ambiente, alla salute e alla sicurezza del consumatore con riferimento alla produzione, alla distribuzione e all'utilizzo dei prodotti Nintendo. Di seguito è possibile trovare una breve sintesi delle principali direttive e dei principali regolamenti UE vigenti e della relativa conformità di Nintendo:

Direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Direttiva RAEE)

La direttiva RAEE mira a sensibilizzare la collettività a riutilizzare e riciclare le apparecchiature elettriche ed elettroniche. Ai sensi della direttiva RAEE, i produttori sono invitati a progettare e produrre attrezzature in linea con queste considerazioni e sono responsabili, dal punto di vista finanziario, della gestione dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche da loro messe sul mercato. Nintendo accetta queste considerazioni e ne tiene conto nella progettazione dei propri prodotti; inoltre collabora con le istituzioni regionali autorizzate per agevolare la raccolta, il recupero, il riciclaggio e lo smaltimento ecologicamente corretto di tali rifiuti.

Direttiva 2006/66/CE sulle pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e che abroga la direttiva 91/157/CEE Testo rilevante ai fini del SEE.

Analogamente alla direttiva RAEE, la direttiva 2006/66/CE mira a ridurre l'impatto ambientale di produzione, distribuzione, uso, smaltimento e riciclaggio di pile e accumulatori. Così facendo, vieta la distribuzione di pile e accumulatori contenenti determinati materiali nocivi e stabilisce alcune regole per la loro etichettatura, rimozione sicura dagli apparecchi, raccolta e riciclaggio. Le pile contenute nei prodotti Nintendo sono totalmente conformi a questi requisiti; inoltre, nel relativo libretto d'istruzioni, i consumatori potranno trovare tutte le informazioni su come le pile possono essere rimosse e riciclate in modo sicuro. Nintendo collabora a stretto contatto con istituzioni regionali autorizzate per agevolare una raccolta adeguata, oltre al recupero o allo smaltimento ecologicamente corretto delle proprie pile.

Direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio

La direttiva sugli imballaggi e sui rifiuti d'imballaggio mira a evitare la produzione di rifiuti d'imballaggio e a incoraggiare il riutilizzo ed il riciclaggio degli imballaggi stessi. Conformandosi a questa direttiva, Nintendo partecipa al programma europeo di riciclaggio "Punto Verde" e utilizza il simbolo del Punto Verde sugli imballaggi di vendita dei propri prodotti.

Direttiva 2011/65/UE sulla restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose (Direttiva RoHS)

I prodotti Nintendo sono totalmente conformi alla direttiva RoHS e nessuna delle apparecchiature elettriche ed elettroniche Nintendo contiene livelli superiori a quelli legali di piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente, bifenili polibromurati (PBB) o eteri di difenile polibromurati (PBDE).

Direttiva DIRETTIVA 2014/53/UE sulle apparecchiature radio (RED)

I prodotti Nintendo sono conformi alla direttiva RED e sfruttano efficacemente lo spettro delle radiofrequenze assegnate alle radiocomunicazioni terrestri/spaziali, per evitare interferenze dannose.

Direttiva 2014/30/UE sulla compatibilità elettromagnetica (Direttiva CEM)

I dispositivi elettrici si influenzano reciprocamente se collegati o vicini tra loro. La direttiva CEM mira a mantenere sotto controllo questi effetti collaterali. Nintendo sottopone i propri prodotti elettrici ed elettronici a un processo di collaudo per garantire che questi non causino o non subiscano interferenze elettromagnetiche in prossimità di altri prodotti elettrici ed elettronici.

Direttiva 2014/35/UE sulla bassa tensione (LVD)

Ai sensi della direttiva sulla bassa tensione, le apparecchiature elettriche devono essere costruite in modo da proteggere persone, animali domestici e cose da possibili lesioni e danni derivanti dal contatto elettrico e dai pericoli causati da influenze esterne, come pericoli di tipo meccanico e chimico o rischi per la salute provocati da rumore, vibrazioni o fattori ergonomici. Nintendo opera in conformità con la direttiva sulla bassa tensione nella produzione e nel collaudo dei propri prodotti.

Direttiva 2009/125/CE per l'elaborazione di specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti relativi all'energia (Direttiva ErP)

Le console Nintendo sono classificate come prodotti relativi all'energia ai sensi della direttiva ErP. La direttiva ErP non impone alcun requisito specifico di progettazione o efficienza energetica, tuttavia stabilisce un quadro per l'attuazione di misure fondamentali valide per determinate categorie di prodotti. Nintendo prende provvedimenti per garantire, ove applicabile, la conformità dei propri prodotti con il regolamento sui modi stand-by e spento (1275/2008) e con il regolamento sugli alimentatori esterni (278/2009).

Direttiva 2001/95/CE sulla sicurezza generale dei prodotti

La direttiva 2001/95/CE stabilisce un requisito generale di sicurezza per tutti i prodotti al consumo, obbligando i produttori di prodotti al consumo a monitorare la sicurezza dei loro prodotti e a prendere provvedimenti qualora scoprano di aver introdotto un prodotto non sicuro sul mercato UE. In mancanza di eventuali altre disposizioni specifiche nelle suddette direttive, riguardanti un particolare aspetto di sicurezza dei prodotti Nintendo, Nintendo rispetta sempre il requisito generale di sicurezza stabilito dalla direttiva 2001/95/CE relativamente a progettazione, produzione e distribuzione dei propri prodotti.

Regolamento (CE) 1907/2006 sulla registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

Sebbene continuino a esistere anche altre leggi, REACH costituisce attualmente il quadro legislativo principale per il controllo di produzione, importazione e uso di sostanze chimiche nell'UE. REACH mira a tutelare la salute umana e l'ambiente, conferendo effettivamente maggior responsabilità all'industria per la gestione dei pericoli derivanti dalle sostanze chimiche. Poiché Nintendo non produce né importa sostanze chimiche, non è direttamente interessata al rispetto del regolamento REACH. Tuttavia, in qualità di utilizzatore a valle, Nintendo prende i provvedimenti necessari per garantire che tutti i suoi fornitori siano conformi al regolamento REACH vigente. Oltre ai requisiti di registrazione e autorizzazione, REACH contiene limitazioni complete sull'uso di determinate sostanze, inclusi gli ftalati, rispetto alle quali i prodotti Nintendo sono totalmente conformi.

Marchio CE

Il marchio CE è un requisito di determinate direttive europee classificate come le direttive "nuovo approccio" (tra cui molte di quelle citate sopra). Il marchio CE è una dichiarazione del produttore secondo cui il suo prodotto è conforme a tutti i requisiti pertinenti delle direttive applicabili. I prodotti Nintendo recano il marchio CE a dimostrazione che Nintendo ha preso tutti i provvedimenti necessari per assicurare che i propri prodotti siano conformi ai requisiti rilevanti.

Per la Svizzera:

Oltre alle direttive e regole europee summenzionate, i prodotti Nintendo sono conformi ai requisiti della legge svizzera.